Stop alle sale slot: il TAR dà ragione a Casalecchio

Stop alle sale slot: il TAR dà ragione a Casalecchio

Finita una battaglia legale iniziata nel 2016, con la vittoria del Comune

Il TAR dell’Emilia-Romagna ha ribadito con una sentenza del 7 luglio scorso che i sindaci hanno facoltà di stabilire limiti orari per le attività di gioco quando l’obiettivo è tutelare la salute pubblica. Proprio come aveva fatto Massimo Bosso imponendo un “singhiozzo” nell’accensione delle macchine slot, dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 22, nell’ormai lontano 2016. Aveva fatto ricorso un operatore di gioco, che però si è visto negare soddisfazione dal Tribunale amministrativo regionale. La motivazione? I giudici spiegano che in quanto le slot machines sono legate a una patologia, ovvero la ludopatia, allora il loro funzionamento rientra nell’ambito non dell’ordine pubblico ma proprio in quello della salute pubblica. Sulla quale il sindaco ha perfetta giurisdizione.

Filippo Batisti

– Quanto è grave la diffusione della ludopatia sul territorio casalecchiese? 

– Quali sono i progetti per venire incontro alle vittime?

 

Leggi il pezzo di Filippo Batisti in edicola da sabato 8 agosto!

Un’Idea Di Appennino, il giornale di chi vive e ama la montagna bolognese.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...